logo TRIO
logo TRIO
logo TRIO
TRIO
TRIO
TRIO

Nuovo Apprendistato

L'apprendistato professionalizzante e la formazione su TRIO                                                              Visualizza l'offerta didattica disponibile

Il Decreto Legislativo n. 167 del 14 settembre 2011, “Testo unico per l’Apprendistato”, integrato da successivi atti legislativi, ha introdotto cambiamenti sostanziali nella regolamentazione del contratto di apprendistato, definendo l’istituto come "un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani".

Il Testo Unico individua tre differenti tipologie di contratto di apprendistato:

1. apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale;
2. apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere;
3. apprendistato di alta formazione e ricerca.

La Regione Toscana con una serie di atti, ha successivamente disciplinato compiutamente l’istituto dell’apprendistato per quanto di sua competenza.

In particolare, nell'ambito del contratto di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere, l'allegato B della DGR n. 609 del 10 luglio 2012, in attuazione di quanto previsto nel regolamento 47R del 2003 e s.m.i., ha disciplinato la regolamentazione regionale in materia di offerta formativa pubblica, finalizzata all'acquisizione di competenze di base e trasversali.

Per quanto riguarda le modalità di erogazione, la formazione esterna avviene:

-  per una parte con il sistema di web learning regionale TRIO. La percentuale massima di formazione realizzabile attraverso TRIO sarà:

  • 70% per apprendisti in possesso di laurea;
  • 50% per apprendisti in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale, di diploma e qualifica professionale;
  • 30% per apprendisti sprovvisti dei titoli e qualifiche.

-  per la restante percentuale in formazione frontale erogati dall'egenzie formative e presso le sedi delle agenzie formaive stesse o all'interno dell'azienda nel rispetto dei criteri definiti dall'art. 50. comma 1 del Regolamento 47/R del 2003, e sempre all'interno dell'orario di lavoro.

L’allegato B prevede che l’accesso al sistema TRIO per la fruizione dei moduli formativi può avvenire attraverso i poli di teleformazione territoriali e il servizio di Web Learning Group (WLG) aziendale, se attivato, durante l’orario di lavoro.

Inoltre l’allegato B esplicita la disponibilità sul catalogo TRIO di risorse riferibili alle seguenti tematiche (fra parentesi il numero di moduli disponibili per area tematica):

o   comunicazione nella madrelingua (11),

o   comunicazione nelle lingue straniere (60),

o   competenza digitale (25),

o   spirito di iniziativa e imprenditorialità (45).

L'allegato B ha inoltre previsto, per l'erogazione di attività formative per l'apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere, la costituzione e la promozione da parte della Regione Toscana di un catalogo pubblico che preveda anche percorsi di formazione misti (blended), in presenza e a distanza, caratterizzati dall'utilizzo di risorse didattiche del sistema TRIO.

TRIO quindi può essere utilizzato nell'ambito di tali percorsi inseriti nel catalogo regionale, attualmente in fase di costituzione.

Per un maggiore dettaglio sui singoli moduli relativi alle tematiche indicate si rimanda alla pagina dedicata presente in Didateca.