1998, nasce TRIO

Grazie ai finanziamenti del Fse (Fondo Sociale Europeo) della Regione Toscana, nel 1998 nasce il progetto di teleformazione TRIO, acronimo di Tecnologia, Ricerca, Innovazione e Orientamento.


Con un catalogo di corsi innovativo e strutture pubbliche di accesso ai servizi distribuite sul territorio regionale denominate Poli di teleformazione, nel 2002 TRIO riceve l'Italian Web Awards (il sito risulta infatti tra i migliori 100 in Italia) e il Premio Pubblica Amministrazione.


Cresce l’offerta formativa

In uno scenario di grande evoluzione delle tecnologie web, a partire dal 2002 TRIO amplia l’offerta formativa per soddisfare le esigenze di "lifelong learning" degli utenti, offrendo la possibilità a chiunque, dovunque e in qualsiasi momento, di aggiornarsi, formarsi e specializzarsi.

Grazie a un significativo incremento e diversificazione dei corsi presenti nel catalogo (oltre 1.400 corsi, organizzati su una pluralità di aree tematiche), all'introduzione di servizi di informazione, orientamento, tutoraggio, certificazione, e al potenziamento dei sistemi di accesso al sistema, la Regione Toscana vince il Label Europeo 2006, un titolo assegnato dalla Commissione europea alle iniziative che promuovono l'insegnamento e l'apprendimento delle lingue europee con sistemi didattici innovativi ed efficaci.


Un sistema sempre più social e integrato

A partire dal 2013 TRIO evolve ulteriormente con la necessità di rendere disponibile una proposta didattica sempre più integrata con il Sistema Regionale delle Competenze e in linea con le skill più richieste dal mercato del lavoro. L’obiettivo è inoltre consolidare la relazione con l’utenza aggregata sia in termini di offerta formativa sia di servizi, anche per alla realizzazione degli obiettivi del Piano Regionale di Sviluppo. Vengono infatti ampliati i servizi di accompagnamento e di community e rafforzati gli aspetti “social” del sistema, ad esempio attraverso i Forum tematici.

Si punta in ultimo a favorire la collaborazione con i sistemi di web learning di Regioni e Provincie autonome e con i sistemi operanti in altri Paesi europei.


Novità per una formazione online collaborativa

Nuovi moduli didattici, Laboratori virtuali con esercitazioni e simulazioni, quiz pensati per una crescente interazione con l'utente, sono i nuovi impegni di TRIO. La formazione su TRIO sarà in grado di attivare processi cognitivi per acquisire competenze generalizzabili e riutilizzabili anche e soprattutto a livello professionale e l’utente sarà sempre più coinvolto nella messa in pratica dei contenuti teorici (learning-by-doing).

Inoltre l'attuale piattaforma sarà significativamente rinnovata per rendere il portale più agile e per facilitare la ricerca delle risorse didattiche. Una nuova versione del software Moodle verrà tra l'altro implementata, per la fruizione dei corsi a catalogo.


L’assistenza tecnica alla Regione Toscana per la gestione del portale

Nel corso della storia di TRIO, con una procedura a bando, la Regione Toscana si è avvalsa dell’assistenza tecnica di società di consulenza e di informatica per la gestione del progetto.


Soggetti AffidatariPeriodo
 Atos origin  In raggruppamento con Deloitte consulting, Retecamere, Ksolutins, E.n.a.i.p., Somedia, Euphon, Quinn e Università di Pisa 2002-2009
 eXact learning solutions In raggruppamento con Tecnofor e Brain Tecnology 2009-2013
LATTANZIO Learning In raggruppamento con Tecnofor, Computer Care, Var Group 2013-2017
LATTANZIO Learning In raggruppamento con TD Group, Ancitel, LATTANZIO Communication 2017-2021